-->

mercoledì 17 febbraio 2016

Gnocchi vegani con farina integrale

Che buoni gli gnocchi! Una versione vegan, senza uova e con farina integrale. Quando ero piccola, la nonna e la zia li preparavano e poi si faceva scorpacciata di gnocchi l'ultimo venerdì di carnevale, detto da noi "venerdì gnocolar".
Aaaah gli gnocchi! Che buoni... mi ricordano quando, da piccola, la nonna e la zia li preparavano e poi, tutti insieme, si faceva scorpacciata di gnocchi l'ultimo venerdì di carnevale, detto da noi "venerdì gnocolar".
Questa ricetta però è talmente buona e facile che io li faccio in ogni periodo dell'anno appena ho tempo! 

Sono una versione senza uova e con farina integrale, eco come fare...

Che buoni gli gnocchi! Una versione vegan, senza uova e con farina integrale. Quando ero piccola, la nonna e la zia li preparavano e poi si faceva scorpacciata di gnocchi l'ultimo venerdì di carnevale, detto da noi "venerdì gnocolar".
Ingredienti per 4 persone
900g di patate farinose (quelle non farinose sono troppo umide e assorbono molta più farina)*
300g circa di farina integrale*
8 g di sale fino (opzionale)
Sugo a piacere 

Procedimento
1) Bollite le patate CON LA BUCCIA per circa 40 minuti; 

2) Sbucciate e schiacciate le patate ancora calde con una forchetta con uno schiacciapatate e aggiungetevi la farina già mescolata con il sale;

3) Impastate il tutto fino ad ottenere un panetto duro alla vista ma morbido e leggermente appiccicoso al tatto, se resta troppo morbido aggiungete farina a sufficienza. Mettete l'impasto coperto a riposare per mezz'oretta.

4) Ora potete dare ai vostri gnocchi la forma che preferite: tradizionalmente si formano dei lunghi bisciotti di pasta che poi vengono tagliati a tocchetti e fatti rotolare su una forchetta per creare le tipiche striature che assorbono meglio il sugo. In alternativa potete formare delle piccole palline con le mani oppure, per fare prima, stendere tutto l'impasto spesso 2 cm su una spianatoia ben infarinata e tagliarlo a quadrotti con un coltello sempre infarinato.

5) Infine tuffate i vostri gnocchi in acqua bollente salata e cuocete fino a che non vengono a galla, poi scolateli con una schiumarola e trasferiteli nella padella in cui avrete già scaldato il vostro sugo. 

Che buoni gli gnocchi! Una versione vegan, senza uova e con farina integrale. Quando ero piccola, la nonna e la zia li preparavano e poi si faceva scorpacciata di gnocchi l'ultimo venerdì di carnevale, detto da noi "venerdì gnocolar".

Sono delizosi anche solo con un filo di un buon olio d'oliva e delle erbette aromatiche: serviteli ben caldi!
* Potete sperimentare sostotuendo parte delle patate con zucca, legumi o patate dolci. E' possibile utilizzare anche farine senza glutine, ma la lavorazione è più delicata: nel caso provate ad aggiungere all'impasto farina di ceci o di semi di lino, che andranno a sopperire alla mancanza di glutine.

Nessun commento:

Posta un commento